Cellfina, una nuova frontiera nel trattamento della cellulite

La FDA è l’ organo che nel mercato più controllato del mondo (gli Stati Uniti) controlla e stabilisce se un determinato trattamento medico funziona o no per determinate indicazioni cliniche. Nel 2015 a seguito di studi clinici su una patologia come la cellulite o PEF (pannicolopatia edemato fibro-sclerotica), che interessa milioni di persone, questo organo ha stabilito l’efficacia di CELLFINA™. Esistono numerose metodiche mediche e chirurgiche disponibili per i pazienti (oltre ai macchinari tipo radiofrequenza e ultrasuoni di grado non medicale disponibili nei centri estetici). Tutti hanno un efficacia variabile e meccanismi d’azione basati su energie fisiche diverse (laser quindi luce, ultrasuoni, radiofrequenza, vibrazioni per citarne solo alcuni ) e mirano a trattare l’aspetto della cute distrofica della pannicolopatia con una retrazione cutanea. Questa e’ variabile e spesso solo evidente in un primo periodo dopo il trattamento. CELLFINA™ è un dispositivo che viene applicato prevalentemente a livello di addome, glutei, coulottes e braccia dove provoca un vuoto che ha l’effetto di sollevare i tessuti di alcuni millimetri. E’ fornito di guide che consentono la somministrazione di anestetico locale per una procedura indolore: il device e’ dotato di una microlama motorizzata e controllata elettronicamente che recide i tralci di tessuto connettivo ipodermici, presenti nei tessuti sclerotizzati, liberando la cute e l’epidermide. Il trauma viene fatto attraverso dei piccoli fori d’ingresso di 1 mm circa (ago 22G) che si rimarginano nell’arco di poche ore senza lasciare alcun esito cicatriziale. Subito dopo la seduta l’area trattata viene coperta con una medicazione specifica e viene consigliato come sempre in questo tipo di trattamento una guaina elastica contenitiva da indossare per un paio di settimane per massimizzare il confort post trattamento e per favorire il riassestamento dei tessuti. Il trattamento e’ ambulatoriale e si puo’ combinare con altri trattamenti di tipo medico o chirurgico. La durata della procedura va dai 45 ai 90 minuti in base alla gravità ed estensione dell’ area affetta da cellulite. Reazioni secondarie al trattamento possono essere lievi indurimenti, prurito per 24-48 ore, ecchimosi per 7-10 giorni Di norma una singola seduta di CELLFINA™ e’ sufficiente ed i risultati confermati con una scala universale della misura dell’efficacia ( GAIS global aesthetic improvement scale) durano nel 95% dei casi almeno 2 anni. Chiaramente pensare di utilizzare questa efficace metodica senza: • Mantenere i tessuti affetti da pannicolopatia edemato fibrosclerotica anche con trattamenti complementari (massaggi, radiofrequenza) • Ridurre la ritensione idrica con alimentazione corretta ed un programma di esercizio fisico per aumentare il tono muscolare • Aumentare il metabolismo • Controllare e curare gli aspetti ormonali, metabolici, vascolari alla base della patogenesi della cellulite • Tenere sotto controllo i fattori di rischio come fumo, diabete e patologie di base Non e’ realistico. Stiamo parlando di un device medico sofisticato e semplice allo stesso tempo, non di una metodica miracolosa. La Raccomandazione di affidarsi a professionisti qualificati rimane sempre verificando sempre le credenziali accademiche e la specifica formazione nell’uso dell’apparecchio.

Articolo del 14/09/2018

MiaEstetica.it © - P.iva 02869380549